E così mi hanno svegliato i suoceri come sempre, e se non sono i suoceri è il vicino che trombetta con la tromba e se non sono loro esiste l’altro vicino che taglia l’erba, vanno e vengono tutto il giorno, avanti e indietro, con il trattore, con le pale, con l’acqua ed i fiori ed il giardino. Ormai non ci faccio più caso neanche che ogni 15 giorni la suocera, mi cambia i fiori da fuori la mia porta di casa, inaffia solo quelli ed i miei se li vede secchi, non ci da una goccia d’ acqua..Piccolezze.Tutto piccolezze..Tua mamma mi ha cambiato di nuovo i fiori? Gli piace…Domani andrò davanti alla sua porta e gli cambio i suoi fiori…Rainer rideva e capiva che mi dava fastidio… Ma quando si diventa anziani si diventa pallosi? Spero di non diventar una suocera silenziosa, ma pallosa. Spreferisco una chiaccherona, ma sorridente. Ma appena ho tempo compro dei miei vasi e chiedo ai gentil signori di lasciar in pace i miei fiori..Adesso vado giù a finire lo studio, ho finito tutto, mancano piccole cose, il pavimento, due lampadari da pulire e tutti i quadri  vetri da pulire..E da Lunedi ho finito tutto. Ewwai! Anche questo week end aiuto quel disperato di “Chef”..tanto ho ancora tempo e soldi mi servono. Ma poi basta e da Lunedi posso iniziare a far qualcosa, dipingere, cambiar vasi:-) e lavorare l’uncinetto. Ho messo le radici finalmente, e che devono entrar dentro la terra. https://i1.wp.com/kinderfotografen-portal.de/blog/wp-content/uploads/2011/03/03.jpgPhoto von

 Nicole Bartels