Ci rido ancora di quello che è successo a me ed una amica ieri virtualmente. Che mi ha fatto molto riflettere, che a tutto quello che ci scrivono non dobbiamo credere…Eppur io sono sempre leale. Mentre ero a giocare su Facebook ad uccidere Zombi, non sto scherzando mi lampeggia la luce della messaggeria in un noto portale italiano e mi arriva un messaggio che faceva così all’incirca…” Sono disperata tra cinque minuti salgo in ascensore e mi butto dal quinto piano”.. Sinceri se vi arriva un messaggio così, mantenete la calma, ho contattato un’amica se la teneva occupata, io mentro contattavo la sorella, l’amico migliore, siamo rimasti tre ore per sapere veramente bloccati davanti al Pc..Ho fatto di tutto..tra poco chiamavo anche i marines… Alla fine era solo uno scherzo di cattivo gusto..ed indovinate dopo averci la lei bloccata  davanti al Pc, un pomeriggio soleggiato di Sabato, che potevo andar in piscina invece di leggermi c messaggi di io mi uccido… per ben tre ore di fila, e mi ha fatto spaventar e dir poco, ci ha ringraziati con un bel grazie tra le gambe ed un vaffacondio.. ma non faceva prima a buttarsi nel treno invece di scrivermelo?

Fra mi ha scritto questa persona questo messaggio…

Aspetta la distraggo…

Scrivigli nel blog, santa balla, fai qualcosa ,io cerco la sorella…( Mentre chiamo l’amico in comune)..Tizio caio potresti vedere che ha tizia la tua migliore amica?

(L’altro) Tieni il numero io con quella non ci parlo più…

Fra ho il numero?

Chiamala?

Chiamala tu non ho un centessimo…

Ed adesso?(Tutte due)

Ma tu credi che si ammmazza?

Fra:La mandato anche a me quindi ricordati che chi scrive io stasera mi faccio fuori , non lo fa mai…

Io: Credi!Che  Aspettiaamo adesso….( silenzio) il morto che passa:-):-)

La signora ha dato segno della sua vita dopo aver mandato noi due affanculizzare e dicendo che avevamo esagerato a preoccuparci. 

In un villaggio viveva un piccolo pastore che di notte doveva fare la guardia alle pecore. Si divertiva a fare uno scherzo: mentre le altre persone erano a dormire egli cominciava a gridare: “Al lupo, al lupo!” Così tutti si svegliavano e accorrevano per aiutarlo. Ma dopo il pastore burlone rivelava che era stato tutto uno scherzo. Questo scherzo continuò per parecchi giorni, finché una notte il lupo arrivò veramente. Il pastore cominciò a gridare: “Al lupo, al lupo!”, ma nessuno venne ad aiutarlo perché tutti pensarono che fosse il solito scherzo. Così il lupo si mangiò tutte le pecore e il pastore.

Ich lachen noch noch …war ich so naif!