Come ogni mattina la sveglia stamattina alle nove mi ha buttata giù dal letto. Non mi sentivo molto bene stanotte. Ma mi do forza. Arranco quando cammino. Ho dolore dappertutto, ci voleva anche l’influenza ed ho fatto terno a lotto. Ma volevo che stare a pensare a me e dire in testa” abubadu” come dice Rainer quando bisogna prendere aria…fiato…quando ti senti pesantezza addosso indesiderata.  Ho aperto tutte le finestre..aria aria buona..aria fresca e pulita e voglia di vivere. Pero’ per prima cosa sono scesa a farmi una cosa schifosa, ma che mi da le vitamine e mi mette in forma..dell’uovo sbattuto con il marsala e zucchero me lo faceva sempre la nonna Rosa, quando mi vedeva fragilina fragilina come ora.

Poi ho aperto le finestre ed ho guardato il cielo. Non è bellissimo?

Poi ho sbattuto i tappeti fuori la finestra ed ho veramente anche da pulir casa, dopo lavatrice, pavimenti, bagni e da stirare..Oggi ho proprio da buttar fuori quell’aria stagna che avevo ferma dimenticando questi passati pochi giorni di me. Perchè io sono così ascolto cosi agli altri che dimentico di me.

E sono andata al Netto e ho visto vari aquilotti volare..ma sono piú veloci di me per farsi fotografare… qualche giorno sicuro mi faccio tamponare perchè sembro il cercatore dei fulmini, non so se sapete cosa sia è quello che va in cerca a fulminie e tornadi..Io sono un po’ cosi con gli aquilotti..

Ed ho comprato delle patate e mi sono fermata in una casetta di venditore di fragole bio e ne ho preso una piccola cesta.

Di atro ci si vede Lunedi. Forse pIú tardi faccio un post, ma ho troppo oggi  un bacino a Cristiana e tutti e ci si

vede Lunedi.