Oggi non so che mi prende sono ammosciata, le tette  finte del progesterone si sono ammosciate, ho dormito per il bombardamento di ormoni come una poveretta drogata in astinenza sudata dalla testa ai piedi, lotta il corpo oggi, lo sento sta facendo una guerra tutta sua, dentro di me ma senza di me. Piccoli accenni di dolori come mestruo ma non è mestruo…lo sento, il mio mestruo a confronto è l’inferno..Lotta il mio corpo…Lottano le mie paure. Chi vincerà? Ed il corpo è stremato, non mi resta che non pensarci, ho fatto colazione, ho messo piano piano sul fuoco  in cucina un minestrone. Non solo ho smesso di fumare totalmente da una decina di giorni..da non  crederci ma sto incominciando ad odiare la carne… sto sforzandomi a bere molto, moltissimo ed il gonfiore  pancia si sta calmando. Ho adesso una pancia ” passabile”, ma non un airbag come Mercoledì. Fisicamente direi ottimo, se non  ci sarebbe la sonnolenza e qualche accenno utero…

Ho sempre pensato che dovevo pagare una colpa per non aver figli. La colpa che a diciassette anni in un amore scolaresco rimasi incinta,non avevo famiglia, vedevo solo gente che me lo voleva portarmelo via, la famiglia del padre, mi convinse ad abortire..ne piansi tre giorni…ho sempre pensato che dovevo pagare quella colpa.

Poi nel 2004 in una laparoscopia e lavaggio delle tube, rimasi subito incinta ma era una gravidanza extraeuterina, ma un paio di mesi dopo rimasi di nuovo incinta..vivendo quella gravidanza con  tre mesi di puro malessere, svenimenti e nausea  e doglie ogni 15 minuti ed avevo  un ginecologo da macellaio che non credeva che stavo male, nessuno si accorse che avevo carenza di progesterone e che ero denutrita dala troppa nausea. Il bambino morì con arresto cardiaco la settimana del mio compleanno. Ero alla 12 settimana di gestazione. Poi nel 2007 l’attuale marito di quell’epoca morì di cancro all’esofago con mestatasi nel 90 per cento del corpo. Passaì il periodo più brutto della mia vita, e mi feci capace che forse era meglio cosi, non so se c’é l’avrei mai fatta da sola in un paese straniero…  con un bambino e poi ho incontrato Rainer, che mi ama e che io amo  anche se trapiantato da dieci anni di rene, ma sanissimo, fa e facciamo una vita normalissima, ecco non mi aspettavo più miracoli, lui era già un miracolo  ed ho preso  adesso quello che viene cosi come viene…senza paranoie…perchè meno che se l’aspetti arriva la ruota giusta della fortuna per tutti, anche per me basta non pensarci troppo e basta credere….e già aver incontrato Rainer per me è una grande fortuna… ecco oggi sono sentimentale.

 http://a1.sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash4/188356_1915809024265_1513163331_32071681_1898033_n.jpg