Il dolore alle mani mi ha perseguitata tutta la notte….Non esiste giuntura delle ossa che oggi non mi faccia male. Un freddo fuori da gelo , ghiaccio,-1,5  *C dice la radio…artrite. Sto diventando vecchia..se avessi la macchina del tempo e tornerei indietro, farei un figlio a 16 anni, perche’ biologicamente oggi mi sento vecchia, stanca e dolorante..Se non ci fosse bibbina che saltella lieve lieve in pancia stamattina( ancora dorme) che mi tira un sorrisone, con i suoi sgusci da vermicello e piccoli calcetti che mi fa sollettico in pancia e mi da forza,  credetemi non so se avrei forza oggi, ma me la fa venire la nostra gioia in pancia.

Mentre scrivo, mangio. Panini con salami e pomodoro e pollo abbrustolito, una mouse al cioccolata , una bella macedonia mista di frutta con yogurt naturale, mi aspettano un lunghissimo caffe americano.

https://i0.wp.com/farm3.static.flickr.com/2011/2228145312_3b8a4f275b_z.jpg

Amore di marito ha comprato il sapone neutro per lavare i panni dei neonati, ma non mi ci metto..devo prima liberare il mio armadio in camera e degli sportelli in bagno, ed i comodini in camera.

Buona giornata  atutti..ho da stirare e mettere degli armadi in ordine:-)
Bellissima canzone di Vinicio Capossela..ascoltatela…come la vita.🙂

Sulla pe
sulla pe
sulla pelle e su noi
cadono perle stasera
le insegne dipingono amanti
dai vetri rigati al vapore

nella pio
nella pio
nella pioggia che c’è
i cani non trovan padroni
e suona l’orchestra a gettoni
e i cinesi non chiudono mai

nascosti nella sera
partono treni a ogni ora
partono ma
non partiamo noi
è un disco d’inchiostro e di cera
la strada
e i solchi li suonan le suola

camminando, camminando
cade la pioggia..
la pianola, la pianola
spazza la sera
gli ombrelli sbocciano agli angoli

nella pio
nella pio
nella pioggia che c’è
le rose non seguono i guanti
ritornano a mazzi ambulanti
dov’è che dormono i tram

questa pio
questa pio
questa pioggia è per noi
e brilla di ferro e binari
ritaglian le stoffe e le ore
le lancette dei grandi orologi

nascosti nella sera
partono treni a ogni ora
partono ma
non partiamo noi
gli ombrelli sbocciano agli angoli
e appesi
voliamo anche noi

gira, gira
gira la pioggia
la pianola, la pianola
spazza la sera
piccolo piccolo è il cielo
e grande
più per noi