Questa ve la devo raccontare, perche’ sempre di corsa si perdono momenti e situazioni che un giorno vorro’ raccontar a Valentina e farci due risate. La sera del Sabato sera  le doglie erano fortissimi, ma stavo a letto zitta zitta con antibiotici e feblo febbre, la mattina chiamo mio marito, gli dico che di urgenza la sera mi avevano fatto un ecografia al cuore e elettrocardiogramma e che stavo male e mentre telefonavo ho una bella doglia che gli faccio amarito ” ti richiamo devo andare in bagno”..suono l’infermiera e gli gli faccio” mi tolga le flebo io devo andare in bagno ..invece lì si sono rotte e acque:-)La mia vicina di letto chiama l’infermiera,  mi mettono sul letto e mi portano a fare ecografia , l’acqua che era uscita era pochissima e la distanza dalla cervice era 0, 50 cm , allora il dottore mi fa cambiamo il medicinale contrazioni e cerchiamo di farla rimanere ancora dentro la bimba perche’ acqua e’ abbastanza, mi portano in sala parto e incominciano ad iniettarmi il nuovo medicinale contro le contrazioni..Solo che sembrava come acqua bere. Allora arriva sta ostetrica..vi immaginate una tedescona tutta bionda di 1, 90 con accento russo ecco cosi’:-) Che mi fa respira espira , non spinga stringa le gambe :-)))e mi lascia con il ctg  per la piccola ed un campanelino da chiesa per suonare in caso urganza, io che mi sentivo l’esorcista alla vendetta sei,che  non so quante glieno dette,:-) e questa tranquilla senza mai cambiare il suo tono, mi mette musica per rilassarmi, mi da pastiglie omeopatici e mi dice che devo pensare di fare yoga e rilassarmi che le contrazioni a poco finivano..Una calma che dava ai nervi… ahahha . Allora dopo una bella ora che menavo ed urlacchiavo e mi distracavo dal dolore..dopo che lo fulmina la quinta volta ” che gli ho detto mi sembra che spinge qui tutto da sola”, si mette un gianto nella mano e controlla ..la sua espressione è stata tradotto in Italiano” Porca miseria la testa “:-)cambiamo letto, ero ancora nel letto della camera..immaginatevi scendere dal letto a carponi dal dolore e mettersi nel letto da parto…e li arrivano tutti, quelli del centro prematuri, un dottore che parlava perfettamente italiano, ma tedesco , sta ostetrica tutta rigida, che chiama mio marito e gli fa ” sua moglie sta partorendo”..Immaginatevi mio marito, nella foga ha dimentictao luci accese e panico in assoluto che ha fatto la strada a 120 all’ora..

Questa è stata la frase dell’ostetrica…veloce cambiandomi flebo …da contro contrazioni, ossicitina a pompa:-)Signora, quando le verra’una contrazione spinga..

Il bello che lo guardata disperata che gli ho detto, ma dove mi tengo, allora ho optato per le sue costoline con le gambe spingendo:-)

Ecco dopo 37 minuti è nata Valentina proprio quando è entrato suo padre in sala parto.

Sono emozioni impagabili.https://i2.wp.com/www.bergamosera.com/cms/wp-content/uploads/2012/01/parto.jpg

Foto dal Web.