Diario passato.

http://blufiles.storage.live.com/y1peOZwhaxArdPdc5kcHpG6pv4JEmH1-tsseSBnyH4dt7XW_CtgxH-6npy4uLQni70pumBG06EncZc

Per questo, è importante lasciare che certe cose se ne vadano. Si liberino. Si distacchino.Gli uomini hanno bisogno di comprendere che nessuno sta giocando con carte truccate:a volte, si vince, a volte, si perde.
Non aspettarti che ti restituiscano qualcosa, non aspettarti che riconoscano i tuoi sforzi, che scoprano il tuo genio, che capiscano il tuo amore.
Bisogna chiudere i cicli. Non per orgoglio, per incapacità o per superbia:semplicemente perchè quella determinata cosa esula ormai dalla tua vita.
Chiudi la porta,cambia musica, pulisci la casa, rimuovi la polvere. Smetti di essere chi eri e trasformati in chi sei…”
Pagina 206. Lo Zahir. Paulo Coelho.

Malenando

Un sogno .

E così farò il pollo alla Siriana. Mi sono svegliata presto. Sono andata in banca, a chiudere  per un conto nel vecchio paese ed aprire un mini risparmio-conto qui,  per me e buttar via tutte le carte di credito inutili che non userò mai. Perchè sono tirchia. Perchè il mio sogno è risparmiare e trovare il localino all’ angolo di una via, stile anni 60, da metterci una gelateria con almeno dieci gusti, delle torte fresche, di mele, mirtilli, fragole e cioccolata e del buon vino con affettati e salumi, le polpette al sugo, la ricotta, la pasta coi ceci, la pasta con i tinnerumi, il coniglio alla cacciatora, i Tagliolini della casa freschi  ai carciofi saltati e fritti al sugo di tartufo nero, i dolci fatti in casa, l ‘ insalata di scampi ed asparagi, la crostata con le visciole.  Poche cose, ma fatte bene. Adornato l’ ambiente da profumo di mele e spezie e lavande di altri tempi. Tutto mio, solo mio. Con soli pochi tavoli ed una piccola terrazza con i fiori gelsomino. Insomma, venite dentro il mio locale  da “sogno” per provare  il gusto sotto il palato. Deve essere così.  Sapori che dovrebberò  ricordarsi  per tutta la vita. ll mio locale che sogno deve essere il  posto giusto per venire a gustare ottimi piatti genuini ma di qualità. Ma un sogno che prima poi farò anche a cinquantanni. E parlandovi del pollo alla Siriana, ci si metto, carote, cipolle sbollettate precedentemente, pomodori pelati, e le verdure carote e zucchine prima  far soffrigere , idem il pollo con una spruzzata di vino bianco, aggiungere i pelati, aggiungere il brodo, e lasciar cucinare, tutto assieme pollo e verdure, io ci aggiungo i funghi Champignon, spezie cannella e cumino .
Un sogno.

Malenando

https://i2.wp.com/www.anticacasapasolini.it/immagini/pagine/arredi.jpg

La casa degli spiriti.

Raccontandovi di questi giorni meravigliosi di totale relax. Feste, vino e amici e famiglia.
Ieri per la prima volta sono andata a casa di mia cognata Silvia. Donna che soffre di anoressia, con una bellissima bimba che si chiama Paloma, la nostra unica nipotina, viziata da tutti e anche dalla nuova zia. Me. Rainer ha sempre detto ” quando andremo da mia sorella non ti spaventare”. Invece , mi sono innamorata della sua casa, e studio Atelier,( il marito Peter, giornalista, pittore allo sbarando , che mi ha fatto il quadro della sala e parla perfetto Italiano) foto di artisti vari , di stampe antiche e nuove per tutta la scala in legno ,ricoperti  di vetri, di polvere , con cornici vecchie antiche,  una vecchia cucina a legna tedesca, gli scaccia spiriti attaccati alla porta fatti di sassi e conchiglie, la torta di mele e käse e nocciola a raffredare in bilico in terrazza, e la camera da letto con teli indiani e una valigia degli anni 60 come porta abiti, la credenza di corserve  in cantina, le mele sparse in un cesto, gli attrezzi da giardino, il gatto selvatico, e le galline  e poi salendo sopra  la casa, lo studio, pieno di libri ,di appunti, di fogli, di quadri e di stampe. nuove…e l’ atelier, caos e creativita. Casa  arredata stile old america e anni 60. Ma abbiamo deciso di bere il caffè in giardino in frescura, con i miei suoceri e loro e la piccola nipotina. Che mi guarda, come la cosa piú bella del mondo. Un caffe`, una torta di mele e nocciole,una torta di fragole con crema alla vaniglia, una focaccia ai frutti secchi dall’ Italia, erano appena venuti da una settimana in ferie sul Lago di Garda. Silvia mia cognata ama l’Italia da morire. Mi ha regalato una pianta piccola di zucchine quelle lunghe del sud, spero che germogli e viva con me, dell’insalata riccia che fresca buonissima, del rami di rosmarino che essecchirò, delle piante grasse da piantare , delle uova. Non sapeva che regalarmi. Poi una passeggiata tutti assieme nei boschi. Io ero stanca la sera sono stata al Pc sul letto, Rainer se visto Germania -Australia ha vinto 4-0. Ho detto a Rainer mi sono trovata bene da Silvia. Ci riandrò.

MalenandOhttps://i0.wp.com/www.avignon-et-provence.com/aix-en-provence/atelier-cezanne/img/atelier-paul-cezanne-01.jpg

Atelier Cézanne à Aix en Provence

Barrabàs arrivò in famiglia per via mare, annotò la piccola Clara con la sua delicata calligrafia. Già allora aveva l’abitudine di scrivere le cose importanti e più tardi, quando rimase muta, scriveva anche le banalità, senza sospettare che, cinquant’anni dopo, i suoi quaderni mi sarebbero serviti per riscattare la memoria del passato, e per sopravvivere al mio stesso terrore.
[incipit]

https://i0.wp.com/farm4.static.flickr.com/3334/3513858356_3a4e8e4c38.jpg

La donna perfetta.

Questi due giorni mi sono veramente divertita.  A N.  hanno fatto una festa meravigliosa. C’ è venuto a prendere Andreas ,l’ uomo più conosciuto del paese, amico-fratello di Rainer, con la Bmw Suv. Lui sempre elegantissimo, la moglie idem, perfetta in tutto e pertutto anche nello cignon  dei capelli. Ero indecisa cosa mettermi.Rainer insisteva con i tacchi alti, jeans ed un magliettina un po’ troppo fa abbondante il seno di sola terza. E ridevamo nella  camera cabina armadio, come i matti. Rassù non posso andar così , mi guarderanno tutti il seno! Il mio uomo,Lasciali guardare sei bella cosi. Il mio taglio corto di capelli mi dava qualcosa di giovanile, tagliati a cascetto indietro. Scendo a fumarmi una sigaretta nell’ attesa, invece dello scialle , ho molti scialli, ho messo un copriabito a maniche corte , di lana d’ Angora. Semplice truccata, stavo bene. Ed ecco arrivare la famiglia Andreas..e sentire la voce del mio uomo” Come sei elegante Cristina, che bella che sei”, dalle scale ho pensato “che marpione con le donne”.  Invece Veramente bella, come sempre  Cristina, sempre alla moda con una borsa Luis Vuitton, semplice , ma tutto S. Oliver e semplice truccata come sempre, sembravamo stranamente  due sorelle per i capelli che avevamo raccolti all’ indietro e lasciando solo la frangetta. I nostri uomini pomposi a portarci alla festa. Abbiamo sorriso tanto, abbiamo la stessa bocca. Pure se a differenza di me il sorriso  di Cristina mi sembra  sforzato.

https://ilmiodiarioduo.files.wordpress.com/2012/02/1955_anne_st_marie_-_erwin_blumenfeld-64105933_large.jpg?w=300
La donna di oggi non è diversa dagli anni passati. Indossa il cappotto, cappello, guanti di pelle e tacchi e per  il perfetto sguardo aggiunge alcune perle o una spilla. E lei si mette sempre il rossetto prima che lei esce di casa!

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...