Questo post mi tiro sempre indietro a postarlo. Dopo l’arrivo Valentina a casa ho capito che far la mamma mica è facile e come scrivevo in pvt a Clara tabaccherie..mi prese i primi giorni una forte depressione… Non ero ancora capace di capire che avevo avuto una bimba. Guardavo Valentina, e sono stata strana per due settimane,  ci ho pianto in silenzio, anche se il blog mi ha salvato.  Valentina è stata in balia dei medici per esatti 60 giorni e passa..erano sempre titubanti a darmela..fino all’ultimo…e separata da mia figlia..e settimane ed il tempo passava.. Il distacco ci ha uccisi. Le necessita’ affettive che aveva bisogno Valentina li ha avute da infermiere e medici, noi abbiamo dato di affetto quello che abbiamo potuto andando al Tin e cosi le necessita’ entrambi figlia-mamma io di sentirmi mamma non me lo sono potuto godere pieno. Ne Valentina di sentirsi vicino a me.Vedesi attacchi da scimmietta. E cosi dopo le prime settimane disastrose,in cui gli uomini capiscono di essere padri.. solo quando cambiano pannolini sporchi..pieni di cacca dicendomi§ lavoro  e penso solo a lavorare per mantenere la famiglia§, ero giù..in compenso a buttarmi giù mi sta aiutando una piccola crisi che sta passando la nostra coppia ed il disinteresse totale della sorella di mio marito su Valentina..

Mi sono arrabbiata con mio marito o forse sono arrabbiata di non avere più vent’anni e se avevo vent’anni mi era tutto più facile..I miei suoceri sono felicissimi, ma la strega della nuora ha ricominciato con i dispetti ed attacchi di gelosie.  E non vi dico cosa non ha fatto in 20 giorni che Valentina a casa… non vi dico..E tutto mi ha buttato giu’ ..non so se con mio marito riuscirò  a ritornare come si era, qualcosa si è rotto..Io do colpa a lui che  non sa gestire la sua famiglia..lui da colpa a me che me la prendo troppo..E non trovo via di uscita.. E cosi sara’..tutto è stato cosi veloce che penso che ancora non mi sono ripresa.. mi aspettavo aiuto, che non è venuto e dormo ad intervalli da giorni..e cosi tra colpe e sentirmi incompetente..spero che passi presto questo  questo periodo di anima triste e

arrivi la primavera a casa nostra.

La infermiera mi dice Rosa fargli il bagnetto da sola… ed io ho paura di fare il bagnetto da sola..ho paura che mi possa scivolare dalle mani e lo faccio con marito..se do Valentina a marito per passeggiare..sto in pena, conto i secondi e muoio appena ritardino, non so quante volte dico a mio marito stai attento…Di notte mi alzo spesso e la tocco sfiorandola carezzandogli la testa per sentir se respira se sta bene..forse sarò un po’ troppo apprensiva…le passeggiate solo se super protetti e coperti..il marsupio sacco non voglio ancora usare ..l’infermiera Rosa usa il sacco… No io ho paura dopo i 3500 ho letto, fa male per la schiena….Ansiosa e protettrice. Una gatta direi guai a chi sia  avvicina a nostra figlia.

Ecco finalmente lo sfogo me sono fatta… chissa che mi tolgo un po’ di ansia. E le medicine.. sono pesanti da io dargli, solo io sono a  prendermi responsabilità delle medicine e quantitativo , e se sbaglio dose? come e già successo una notte che stavo sbagliando perché dormivo in piedi ecco perché scrivo tutto nel libretto di Ilaria… responsabilità mi sento di non so se far bene. Il propranololo è un www.neonatologia.it/documenti/doc/POSTER PROPANOLOLO.pdf medicinale pesante deve prenderlo a pancia piena….e se non beve molto non glielo do, e deve superare da una dose all’altra sempre sei ore..e ogni volta che apro la capsula e metto nel latte finale da dargli, mi dico, cosa è questa droga ma se gli farà male? E’ una cura moderna, che contro effetti ha io non lo so Tante domande .. Ed io  che volevo il libretto di istruzioni per diventar mamma.

Baby duck, baby duck, oh how I want a baby duck.