Domenica. La mattina ce ne stiamo stati al calduccio a letto. Valentina aveva dormito dalle 23 alle 05 dell’alba senza stop, non mi sembrava vero, non ci sembrava vero anzi, forse il tempo di temporali e pioggia avevano reso Valentina stanca. Abbiamo dormito fino alle 10 tutte tre vicini vicini, Valentina su di me in mezzo a suo padre nel lettone, tra un dormi veglia  di noi due e sentire i nostri cuori battere assieme.Totalmente rilassati. Poi abbiamo messo un pochetto in ordine casa assieme, pattumiera da buttare via, lavatrice che girava, ed una torta di formaggio cucinava e profumava casa. Ho costruito il (box per bambini) portato da zio  Andreas con  la sua imbottitura  intorno  ovattato chiuso, con coperte e coperte morbide e giochi rumorosi, e da aggrappare tutto intorno nel box( vi faro`vedere appena ho tempo) in modo che all’arrivo di Luise, li mettevamo assieme tutte due..li dentro e noi ci rilassavamo e raccontarci. Ed ho avuto una bella idea. Gli è piaciuto da morire il box a Valentina con i giochi..che mi sono commossa a veder nostra figlia li dentro provando se gli piaceva. Il caffè americano cucinava ed  alle tre sono arrivati la famiglia completa di Luise, abbiamo dato da mangiare  il latte alle nostre figlie, ci siamo raccontati  che essere mamme non è poi cosi facile, ci siamo scambiate opinioni, gli uomini parlavano tra loro di come costruire casa appalti geometri ed architetetti, anche loro stanno costruendo una casa a pochi km da noi. Thobias sempre innamorato pazzo di mia figlia se la guardava e se la baciava tutta, io mi coccolava invece la  sua Luise, ce li siamo scambiati di coccole, che riconosceva la mia voce stridula e si calmava sulle mie braccia,  cresciuta tantissimo 5 kg!!, abbiamo mangiato la torta formaggio con del gelato alla vaniglia e ciocosoße ed ho offerto del prosecco e fragolino fresco, ma il tempo ce sembrato cosi corto che correva e correva ..Martine al dire di Thomas dobbiamo vedere il cantiere di casa loro..andiamo..non voleva andare via..e mi ha detto ” ecco questa è la Rosa che mi è mancata” morendo da ridere..raccontandogli del mio seno esploso ad airbag, del biberon esploso, delle mie gaffe e simpatie… non voleva andar via ci siamo accorti io e marito..Ma ci siamo fatti promessa di ritrovarci spesso.

Bel pomeriggio. Poi sul tardi sono passati anche i suoceri da noi..alle 20 abbiamo fatto un bagnetto a Valentina ed  ha dormito fino alle 2 di notte. Oggi se svegliata presto biberonata di un fiato bevuto, cacca fino alle ascelle,  lavata bene e  vestita calda, e stata sveglia a sentir mamma che puliva  casa con gli occhietti aperti, ma serena  adesso se addormentata da sola..Nel primo pomeriggio scendiamo nel box a giocare. Perchè qui piove e piove  e piove.

Buona giornata a tutti ci si vede Domani.