Nella vita ci sono cose che ti cerchi e altre che ti vengono a cercare.Non le hai scelte e nemmeno le vorresti, ma arrivano…e dopo non sei più uguale. A quel punto le soluzioni sono due: o scappi cercando di lasciartele alle spalle o ti fermi e le affronti. Qualsiasi soluzione tu scelga, ti cambia, e tu hai solo la possibilità di scegliere se in bene o in male.

Devo raccontarvi un po’ di me. Mentre Valentina dorme beata. Oggi sbirciavo tra blogger e blogosfera..e quello che scrivo non deve essere capito.Ma girando ho avuto molto da pensare..

Sono nella blogosfera dal 2007, partecipavo tanto tempo fa ad un blog chiamiamolo ” famoso”, si era famoso, facevamo 5000 visite al giorno ed eravamo sempre i primi in classifica. Io era l’amica fidata dell’autore,ma ad un altro gruppo facevamo invidia e venivano sempre a darci fastidio e provocarci..ed io cadevo nelle provocazioni e scrivere papiracei da far riempire il blog di gente ne ero capace, diciamo che ero quella che camminava avanti con la bandiera,credendo troppo ma non ci porto nulla che ad una lunghissima serie di invidie, di bannaggi ed alla fine il gruppo dividersi.Se ero la prima a scrivere quello che pensavo lo facevo, eppure espormi in prima persona, mi portava invidie e  troll a tutto andare.. un giorno ho detto basta..basta alle provocazioni, basta io rispondo tu rispondi, basta a dire che se io odio il tramonto deve piacere gli altri..basta stare sempre in linea di guerra per un blog e qui finalmente ho trovato la mia pace,delle  belle persone, chi vuol commenta , chi non vuol non mi cambia, ho gia dato tempi migliori e peggiori di blogosfera.Se leggo le provocazioni dio me ne scampi scappo..sono per tutti e per nessuno. Io cammino da sola.Per questo non seguo il gruppo.Non metto post politici, non metto link da pubblicizzare, non faccio blog premi ne ne partecipo. Perché ho sofferto troppo a credere ad un gruppo.

Secondo punto.

Sono contro ogni forma di violenza e razzismo espresso a parole. Scrivere cio’ che si pensa , non è sempre corretto, bisognerebbe avere la buona abitudine di pensare che si puo’ affendere l’autore del blog, o chi passa dai nostri blog..e ben regola per avere una buona relazione virtuale, non essere mai di parte di nessuno,ne per forza esprimere giudizi negativi, se il post non ci piace, a volte star zitti, si compiono atti di eroismo migliori, che mettere in giudizio Dio sul dolore di altri.

Terzo punto..Gioisco della gioia dei due chicchi di Riso di una blogger, quanto mi dispiace da morire leggere della vita a volte cosi  senza scrupoli..che sta devastando tre donne che leggo, ma non donnine, Donne con la D maiuscola..e ci vuole coraggio e palle..che io non avrei ad affrontar quello che stanno passando. La canzone di oggi era dedicata a Nina.

Quarto punto.

Io cammino sempre da sola🙂

Appesi ad un filo si sta bene.