Eccoci qui dopo una lunga giornata. I vostri pensieri positivi sono meravigliosi.

Prima di raccontarvi cosa abbiamo fatto oggi di cosi importante devo fare una piccola premessa anzi due.

* Lunedì doveva venire da me Martin e Luisa a trovarci, ma un sms mi avvisava che non poteva perché la piccola Luisa aveva la febbre a 40 e doveva di corsa andar al kinderklinik ad Heilbronn .

*Quando è nata Valentina, essendo prematura e sotto 1500 grammi il c55( tin di qui )che continua a seguirci..ci ha spiegato che aver un bambino prematuro può capitare che  le capacità mentali e fisiche non siamo cosi okay come un bimbo nato di nove mesi..e cosi ci avevano fatto un appuntamento al centro pediatrico con uno specialista, il migliore della zona che guardando la bimba e facendogli fare giochi didattici e visivi ci diceva se Valentina era da considerarsi in pieno una bimba come tante sana ed in robusta costituzione. Ed oggi avevamo questo appuntamento.

*Alle 13 mi arriva un messaggio di Martin era depressa e si sentiva sola la bimba aveva un infezione ai condotti renali e doveva star li una settimana se passavamo da lei a salutarla.

Ecco alle 14 e 45 ci aspettavano..prima c’è stato un lungo colloquio più psicologico con noi genitori come ci sentiamo e se le nostre paure sono sparite..

Poi il professore ci ha detto a noi genitori di spostarci di lato quasi lontano dal lettino dove era posta..l’ho dovuta però spogliare prima e lasciarla solo con il pannolone..

Forse la voce del professore calma..Valentina lo guardava prima restia e curiosa e silenziosa e titubante…poi il professore ha preso un cerchio di legno colorato e lo spostava a destra e Valentina guardava a destra poi a sinistra e idem poi su e Valentina guardava su e poi giù e Valentina guardava giù sono stati controllati i riflessi delle mani delle gambe e stata messa a pancia in giù e si alzava benissimo ..e se girata di lato da sola..e via dicendo..ma poi c’era la prova finale..luci soffuse, noi spostate più lontani e la telecamera che la riprendeva per due lunghissimi minuti per vedere come reagiva da sola ha dato il meglio di se tra gorgogli suoni e paroloni, tra strimpellare con le gambe e braccia, arrabbiata un pochetto..ma ha dato il meglio di se che ci siamo commossi” con un guarda che fa”..ed alla fine quando il professore l’ha messo a pancia in giù sulle sue braccia gli ha lasciato come ricordo due scoreggia che abbiamo riso  e girandola a pancia in su guardandola e dicendogli” bella ” in Italiano Valentina ha lanciato un sorriso gigante a squarciagola che anche lui ha detto sorridendo e soddisfatto” E’ una bambina speciale con una grandissima forza”

Il professore soddisfatto è una bambina a tutti gli effetti sana.

Poi siamo andati dalla piccola Luisa abbiamo portato un piccolo “bruco della chicco”,morbido..e siamo stati con lei  Martin a fargli compagnia fino alle sei e marito a portarci caffè nell’automatico ed io cullarmi Luisa e lei Valentina e raccontarci come vecchie amiche.

La vita è fatta di soddisfazioni e sono grata ogni giorno di ciò che ho nostra figlia mio marito,un tetto in testa ,e noi. Grazie Dio.